en de fr es it
Заказать поминовение Внести пожертвование

IL METOCHIO DEL MONASTERO DI OPTINA (OPTINA PUSTYN’)  

Sull’isola Vasil'evskij a delta del fiume Neva a San Pietroburgo si erige la cattedrale ortodossa dell’Assunzione di Madre di Dio. Questa zona da quasi sempre apparteneva ai metochi dei monasteri e, in particolare, nella metà del settecento al Monastero della Trinità di San Sergio, in seguito al monastero Snetogorskij di Pskov, al Santissimo Sinodo e, alla fine dell’ottocento, ì al monastero delle grotte di Kiev (il Kiev Pečerska Lavra). 

STORIA DELLA COSTRUZIONE

Il metochio è stato progettato da un illustre architetto russo Vasilij Kosjakov (gli altri suoi progetti sono la Cattedrale Naval di Kronštadt e la Chiesa della Madonna della Misericordia in via Bolshoj Prospect). La prima pietra della Chiesa nel nome dell’Assunzione di Madre di Dio e dei Santi Antonio e Teodosio di Pečerska è stata posata nel 1895. La Chiesa era circondata da edifici a due piani: da una parte c’erano le stanze di Metropolita e dall’altra parte le stanze dei frati dove si trovavano le celle dei monaci e le camere di servizio. La costruzione del metochio è stata terminata verso il 1900.

REPRESSIONI E DISTRUZIONE DELLA CATTEDRALE

Nel 1917 la pace per il Metochio Kiev Pečerska era finita. I monaci del Metochio avevano condotto celebrazioni religiose del monastero fino a marzo 1932 fino a quando vennero arrestati e condannati per l’attività controrivoluzionaria e successivamente esiliati nel gulag Solovetsky e in Kazakistan.

Dopo di ché il Metochio Kiev Pečerska divenne parte della parrocchia della Chiesa della Dormizione di cui facevano parte i fedeli. Alla fine del 1933, furono arrestati 43 parrocchiani più attivi con l’accusa di essersi occupati della preparazione dell’omicidio di Stalin, due dei quali furono fucilati. Fra i parrocchiani arrestati c’erano bambini e il cantore del monastero Michail Gundjaev, il padre del futuro patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill.

Nel Gennaio 1935, la chiesa venne chiusa e adibita a deposito, e tutto il patrimonio della chiesa venne distrutto e rimase intatta solo la facciata esteriore del monastero, le mattonelle e i mosaici.

A Leningrado, nel 1961, hanno aperto la prima pista di pattinaggio sul ghiaccio artificiale che ha permesso l’avvio e lo sviluppo della scuola di pattinaggio denominata Leningrad, famosa in tutto il mondo. Tuttavia, la creazione della pista di pattinaggio deteriorò fortemente il monastero in seguito alla formazione di muffe sui muri e parteti. 

RICOSTRUZIONE

Nel giugno del 1991, il Metochio è ritornato di proprietà alla Chiesa Ortodossa Russa ed è diventato Il Metochio del Monastero maschile di Optina e, in quell’occasione ebbero inizio i lavori di ristrutturazione. Nel 2011, è stata riscostruita l’iconostasi, sparita nel 1935 nel momento in cui il monastero venne destinato a deposito, mediante l’utilizzo del materiale d’archivio, delle foto e dei disegni. Inoltre, venne ricostruita anche la famosa pittura della chiesa.

Una volta ultimate le opere di restauro, il 15 Settembre 2013, il monastero è stato consacrato dall’arcivescovo ortodosso russo, il patriarca di Mosca di tutte le Russie Kirill.

Attualmente, il Metochio fa parte del patrimonio architettonico della Federazione Russa. 

Il METOCHIO OGGI

Il Priore del Metochio — l’igumeno Arsenij (Mosalev).

La specialità delle messe è il coro maschile che riprende le vecchie tradizioni dei canti solenni e dei canti religiosi dell’antica Russia.

Le feste annuali della parrocchia: 28 agosto — l’Assunzione di Madre di Dio, nella seconda settimana della Grande Quaresima — la messa in nome di tutti i santi di Kiev Pečerska Lavra.

Le feste di Optina: la festa dell’icona di Madre di Dio “Sporitel’nitsa chlebov” (“Lei che aiuta a coltivare il grande raccolto”) (28 ottobre), le feste di tutti i santi di Optina (24 ottobre).

Le icone: nella cattedrale dell’Assinzione si trovano anche le icone che custodiscono i resti dei santi di Optina, di Kiev Pečerska Lavra, del Santo Pantaleone e copia dell’icona miracolosa del monte Athon “Schoroposlushnitsa” (“Lei che sente subito”).

Le messe vengono celebrate quotidianamente.

La liturgia — alle 9.00. Dopo la messa mattutina viene celebrata la messa in memoria dei defunti. Sabato — messa funebre.

La Domenica, durante le feste principali, vengono celebrate due messe, una alle 07.00 e una alle 10.00.

La liturgia serale è alle 17.00.

Ogni giorno infrasettimanale a partire dalle 11.00 viene celebrata la messa accanto alle reliquie del Santo Amvrosiy di Optina. Ogni venerdì alle 11.00 viene celebrata la liturgia davanti all’icona della Vergine Maria “Vsetzaritza” (“La regina nostra”). Sabato, alle 15.00 viene celebrata la liturgia davanti all’icona della Vergine Maria “Neupivaemaja Chasha” (“La coppa inesauribile”).

Il centro del Pellegrinaggio “Optina” organizza le viste all’interno della cattedrale e a San Pietroburgo e i soui sobborghi (7 921 348 62 48). Inoltre, è possibile alloggiare all’interno del Metochio (per info sul vitto e alloggio, contattare 7 981 880 33 00).

Per info e-mail info@spb.optina.ru, tel. 7 812 321 74 73 la cattedrale.

Per ulteriori informazioni sul Metochio di Optina visitate il sito spb.optina.ru

Metochio del Monastero maschile di Optina a San Pietroburgo
Naberezhnaia L. Shmidta, 27/2 (metro Vasileostrovskaia)

Сохранить

Сохранить

Сохранить

Сохранить

Сохранить